Lavoro, formazione, sviluppo organizzativo

La linea è dedicata al ruolo delle risorse umane nei moderni sistemi socio-economici, analizzate secondo tre prospettive fra loro integrate. La prima analizza i mercati (locali) del lavoro, la loro regolamentazione e il ruolo delle relazioni industriali e i relativi effetti sulla competitività,  i modelli organizzativi emergenti (es. smart working) e gli effetti su produttività e sviluppo sostenibile, l’analisi dei fabbisogni, la parità di genere. La formazione viene studiata con diversi approcci metodologici quanti-qualitativi nella sua accezione di accumulo di capitale umano nelle sue diverse dimensioni e relativamente al suo impatto socio-economico, con particolare riferimento all’alta formazione e relative carriere (determinanti delle scelte di carriera, mobilità territoriale e settoriale) e alla formazione professionale (inziale e non) quale strumento per il placement del lavoratore. Infine, attraverso la specifica metodologia della ricerca-azione, si sviluppano modelli di formazione innovativa volti allo sviluppo organizzativo sostenibile e alla generazione di forme di leadership adatte alla complessità, che si basino su competenze trasversali per lo sviluppo.

 

Personale di ricerca

Igor Benati, Serena Fabrizio, Valentina Lamonica, Lucio Morettini, Mario Nosvelli, Elena Ragazzi, Emanuela Reale, Erica Rizziato, Lisa Sella, Andrea Spinello, Antonio Zinilli, Isabella Maria Zoppi

Parole chiave

occupazione, sviluppo sostenibile, formazione innovativa, modelli organizzativi emergenti, competenze trasversali e di leadership, mobilità territoriale, mobilità settoriale

 

 

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk